Una lettrice mi ha chiesto “Fulvia, ma perché non scrivi un post in cui spieghi come scegliere il colore del fondotinta in base al proprio sottotono?”
E chi sono io per negare ciò? 😀

Il sottotono della pelle, come dice la parola stessa, è la sfumatura che assume la nostra pelle, a prescindere se essa sia chiara o scura. Quindi, un incarnato “chiaro”, ad esempio, può virare al giallo in qualcuno e al rosa in qualcun altro. Scegliere un fondotinta perfetto vuol dire non solo prenderlo della giusta luminosità (e quindi né più chiaro né più scuro della nostra pelle), ma anche scegliere un tono che ci valorizzi.

In realtà non esistono regole matematiche per determinare il proprio sottotono, quanto piuttosto delle linee guida:

Generalmente, nelle persone con un sottotono freddo (e quindi tendente al rosa):

  • La pelle tende ad essere più chiara rispetto a una pelle dal sottotono caldo, e se abbronzata assumerà un colorito tendente al color mattone;
  • Gli occhi sono azzurri o neri;
  • I capelli sono biondi, neri oppure castano freddo;
  • Le vene del polso tendono al blu;

Al contrario, nelle persone con un sottotono caldo (e quindi tendente al giallo):

  • La pelle tende ad essere più scura rispetto a una pelle dal sottotono freddo, e se abbronzata assumerà un colorito dorato o marroncino;
  • Gli occhi hanno sfumature calde (gialli, verdi, nocciola);
  • I capelli hanno riflessi caldi;
  • Le vene del polso tendono al verde.
Guarda la parte interna del braccio sotto la luce naturale del sole. Se hai un sottotono rosa e vene tendenti al blu, allora la tua pelle avrà un colorito freddo. Se hai un sottotono dorato o color albicocca e vene tendenti al verde, allora la tua pelle avrà un colorito caldo.
Guarda la parte interna del braccio sotto la luce naturale del sole. Se hai un sottotono rosa e vene tendenti al blu, allora la tua pelle avrà un colorito freddo. Se hai un sottotono dorato o color albicocca e vene tendenti al verde, allora la tua pelle avrà un colorito caldo.

Ad ogni modo, come già detto, rappresentano più delle linee guida che non delle vere e proprie regolette, in particolar modo per quanto concerne la luminosità della pelle: io ad esempio ho una pelle chiarissima, eppure il mio sottotono è senza ombra di dubbio caldo.

Come scegliere allora il fondotinta? Moltissimi brand permettono di scegliere tra un’ampia gamma di sottotoni (più raramente quelli economici ahimè), che generalmente sono contraddistinti da sigle come NW (neutral warm = neutro a sottotono caldo) ed NC (neutral cold = neutro a sottotono freddo). Ad ogni modo, provate sempre il fondotinta prima di acquistarlo: mai sul polso, perché potrebbe differire dalla tonalità della pelle del viso. L’ideale sarebbe quello di provarne una piccola quantità sulla zona della mandibola, e di sfumare con il dito in modo da vedere se si fonde perfettamente con il colorito della pelle oppure se rimane visibile. Bene, in quest’ultimo caso dovrete cambiare tonalità.

Si possono presentare però anche altri tre casi: il caso in cui la pelle è eccessivamente gialla, eccessivamente rosata oppure presenta un perfetto 50% e 50% di pigmenti gialli e rosa. Nei primi due casi, il mio consiglio è quello di usare prima del fondotinta una BB Cream colorata del sottotono opposto al nostro, in modo da andare a correggere la discromia. Se usassimo infatti direttamente un fondotinta del nostro stesso sottotono, rischieremmo di andare ad accentuare ulteriormente il giallo o il rosa, creando un effetto sgradevole.

1-jko-xlcnnrdyxsb-wcfatg

Nel terzo caso invece, non avendo un sottotono predominante, possiamo parlare di sottotono neutro. Come si sceglie allora il fondotinta in questi casi? E’ brutto da dire, ma… A tentativi! Non ci resta che provare e riprovare fino a trovare quello che ci valorizza maggiormente, a seconda pure della quantità di pigmenti presenti nei prodotti dei vari brand.

Spero di essere stata chiara ed esaustiva, se avete dubbi/domande/curiosità non esitate a scrivermi qua, sul mio profilo facebook o sulla mia pagina!